header

Follow Us

header2

Ansia, ansia, ansia, dolore, ansia, intermezzi, ansia, godimento. Questo sarebbe un riassunto veloce e schematico della puntata, che a parte qualche piccola perplessità ci ha soddisfatte ed ha ripagato tutta l'attesa.

 

 

Non prendiamoci in giro, sapevamo tutti che sarebbe successo. Era solo il come che ci stavamo pregustando e non ha disatteso le nostre aspettative. Ma su questo ritorneremo alla fine della recensione.

 

(brividi)

 

La puntata si suddivide in due principali location: Meereen come storyline secondaria e, ovviamente, la battaglia dei bastardi come storia principale. Accantoniamo subito la parte ambientata a Meereen, che abbiamo trovato in ogni caso interessante. Come prevedibile Daenerys era incazzata e come prevedibile ci ha messo veramente poco a ribaltare la situazione con i suoi tre non piccoli aiutanti, i draghi, che finalmente si rendono di nuovo utili e in stile "spacco tutto, rivoluzione" (era dalle prime puntate che ci domandavamo come sarebbero usciti i due draghi da lì) spazzano via i Padroni in men che non si dica, il tutto grazie ad una buona dose di computer grafica. Fra l'altro non capiamo le critiche mosse a Dany in questa puntata: non ha nemmeno sciorinato tutti i suoi titoli! Francamente ci sembra che ci sia ormai un'antipatia diffusa che a volte fa essere prevenuti nei suoi confronti senza alcuna ragione.

 

 

Altro elemento abbastanza prevedibile, ormai, l'alleanza fra i Greyjoy e la madre dei draghi (la cosa bella di scrivere di Daenerys è che con tutti i titoli che ha c' è sempre un epiteto diverso da usare senza fare ripetizioni, piccola nota da recensore), in pieno clima femminista e con tanto di corte sfacciata di Yara, che ci piace sempre di più e che pure Dany sembrava apprezzare. La puntata si chiamerà pure "battle of bastards", ma alla fine sono ancora una volta le donne quelle che emergono (Dany, Yara e Sansa di cui parleremo dopo). W il girl power! Breve momento fangirl: a me, Disorder, è partita la ship istintivamente, ma poi il pensiero di Jorah in giro da solo alla ricerca di una cura solamente per tornare dalla sua Khaleesi è riaffiorato e non posso tradire così una possibile coppia che amo, anche se mi sembra riprofilarsi la stessa situazione conflittuale che vige in The 100 (chi come me lo segue ed ama sia il Clexa che il Bellarke può capirmi).

Queste sono le simpatiche dichiarazioni delle due attrici:

 

 

Per quanto riguarda la battle of bastards ci sono due principali scuole di pensiero: chi è soddisfatto pienamente e chi ci ha trovato parecchie inesattezze ed è deluso. Noi ci collochiamo in una via tendente alla soddisfazione. La battaglia, che occupa praticamente tutto l'episodio, è di forte impatto ed alcuni momenti rasentano la perfezione: su tutti, quando Jon viene calpestato, non respira ed anche noi tratteniamo il fiato con lui e poi riemerge dalla montagna di corpi. Una resa davvero ben calibrata. Anche il montaggio che porta alla morte di Rickon è stato studiato e attuato bene, la suspance (intesa nel senso più similmente hitchcockiano del termine) è tangibile: noi spettatori sappiamo benissimo cosa sta per succedere, anzi in realtà, come Sansa, ci è chiaro dal momento in cui il più piccolo degli Stark (che poi è diventato grandissimo e altissimo) è finito nelle mani del pazzo psicopatico e la sua è tutta una lunga ed estenuante corsa verso la morte, che ci tiene in tensione e quando avviene è comunque dolorosa, nonostante penso nessuno di noi si ricordi nemmeno la voce del ragazzino o ne era affezionato.

 

Ecco, Rickon, magari se ci avessi almeno provato a schivare le frecce correndo non proprio in linea retta, una chance in più ce l'avresti avuta, anche se Ramsay si è rivelato pure un infallibile arciere. I primi colpi, infatti, li ha sbagliati sicuramente apposta, perché era sua intenzione uccidere Rickon nel momento appena precedente al ricongiungimento con il fratello, non solo per regalarci un'altra perla di sadismo, ma anche perché così Jon sarebbe stato troppo lontano per tornare indietro e quindi facilmente attaccabile dai suoi uomini, come è più o meno successo. Ecco, diciamo più o meno perché quello che segue è uno dei momenti non propriamente convincenti, onestamente non ci è ben chiaro perché improvvisamente Jon abbia acquisito il dono dell'invisibilità in un crossover con Heroes: gli sono arrivati addosso non sapremmo dire quanti uomini a cavallo ed è sembrato come se per un po' nessuno lo vedesse, viene proprio ignorato. Non riusciamo a darci una spiegazione, se noi fossimo state al suo posto saremmo crepate in meno di tre secondi.

 

 

Poi, per di più, è stato molto fortunato durante tutta la battaglia, a parte quando soffocava: ogni volta in cui stava per essere colpito - e ci faceva perdere dieci anni di vita - c'era sempre qualcuno ad intervenire nel momento giusto; se questo fosse legato al discorso fatto con Melisandre prima della battaglia potrebbe essere una giustificazione, anche se comunque un po' risicata. Noi amiamo Jon Snow e siamo contente che sia vivo, onestamente nemmeno temevamo troppo per lui perché non avrebbe avuto senso farlo risorgere per poi morire subito, ma questo suo essere perennemente sottotono ci fa un po' arrabbiare. Inoltre Jon dimostra di essere sempre un gran affabulatore, ma non un abile stratega militare, campo in cui Sansa, inaspettatamente, l'ha battuto dieci a zero. La strategia di Jon ci è parsa un po' un "va beh mi presento anche se non so niente e punto al 18", era molto spaesato e non abbiamo ben compreso quali fossero le mosse che aveva in mente di fare, anche perché cade subito nelle trappole ordite da Ramsay, nonostante la sorella lo avesse messo in guardia. Dai, Jon, potevi almeno guardarti 300 se proprio non volevi impegnarti troppo. Per tutte queste ragioni io (Disorder) continuo a pensare che sia inadatto a regnare, nonostante lo ami e sia stato il primo personaggio in assoluto a piacermi quando ho iniziato a guardare questa serie.

(effettivamente mai stare troppo tranquilli)

Sempre interessanti, comunque i confronti verbali tra i due Stark: si vede quanto stiano imparando a conoscersi davvero soltanto adesso e quanto tengano l'uno all'altra, nonostante tutti i problemi di fiducia possibili e plausibili.

 

 

Per quel che riguarda l'aspetto militare della battaglia, non siamo esperte, ma ci è sembrato sia stata resa adeguatamente (molto più bravo Ramsay fino a metà scontro, ma poi Sansa lo frega al momento giusto, grazie all'aiuto di Ditocorto, che nella sua mente stava già pensando a come intortare Sansa e prendersi Grande Inverno). Talvolta il campo di battaglia risulta forse troppo caotico, ma era nelle intenzioni del regista e non si può dire che non sia abbastanza realistico. Siamo state in tensione tutto il tempo per Davos, uno dei nostri personaggi preferiti, che per fortuna si è salvato e non vediamo l'ora di capire come affronterà Melisandre ora che sa di Shireen; il suo sguardo non promette niente di buono ed il momento in cui trova il cervo che aveva regalato alla bambina ci ha commosse. Ci è scesa una lacrimuccia anche quando Jon sta dando l'addio e ringraziando Wun Wun ormai allo stremo delle forze, ma Ramsay compie la sua ultima azione deplorevole, eliminandolo.

Molti non sono stati soddisfatti nemmeno dalla velocità con cui il sadico bastardo è stato eliminato, ma del resto non poteva avvenire diversamente: le lunghe e angoscianti torture sono pane quotidiano di Ramsay e Jon non sarebbe stato il tipo.

Ramsay è quasi magia...

Ramsay dai prova di nuovo...

Ramsay e come sempre riuscirai...ehm no.

 

Chiaramente si sfoga, lo picchia a sangue, ma poi guarda la sorella e comprende che è a lei che deve lasciare la soddisfazione finale, nel momento realmente più intimo fra i due coniugi. Un faccia a faccia bellissimo fra i due, in cui Sansa si prende la sua rivincita e dimostra tutta la sua intelligenza, superiorità ed un pizzico di sadismo che potrebbe aver ereditato proprio da Ramsay, come lui le fa notare. Poco importa che i cani se ne siano rimasti fermi fino al momento giusto, quando la resa è così soddisfacente. Fra l'altro era proprio quello che noi auspicavamo nella recensione della 6x02 "ci auguriamo solo che prima o poi sia lui a finire sbranato dai suoi fidati alleati". Massimo godimento. Abbiamo goduto tutti, siamo stati tutti Sansa ed il suo beffardo sorriso dipinto sul volto, abbandonando il teatro del suo riscatto #jesuisSansa.

 

Fan art di EYS ART (passate da lei)

 

Addio, Ramsay, sei stato un cattivo stupendo, fondamentale e irrinunciabile, ma avevi fatto il tuo tempo.

(tumblr è un luogo bellissimo)

 

Personaggio della puntata: decisamente SANSA.

 

 

 

Personaggio di ogni puntata, anche quando non appare o si vede due secondi e rimane in silenzio: Lyanna (nome non a caso) badass Mormont, una delle poche bambine che adoriamo (insieme alla povera Shireen).

 

Visto che si parla solo della regia, ci terremmo infine a sottolineare quanto fosse bella la fotografia di questa puntata:

 

Piccola chicca sullo scudo che usa Jon per ripararsi dalle frecce di Ramsay in questo articolo.

 

E anche per oggi è tutto, non ci resta che darvi appuntamento alla prossima puntata. L'ultima. E Tyrion ha parlato dell'Altofuoco. Non siamo assolutamente pronte, né a quello che accadrà, né a separarci da GOT fino all'anno prossimo.

High Sparrow SLEEP WELL.

 

 

VOTO 4,5 su 5

Disorder & FedeIncas

 

Seguiteci anche sui social per rimanere sempre informati!

Follow Us

Per essere sempre informati su Game of Thrones passate dalla nostra pagina amica:

Game of Thrones - ITALIA

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva


Articoli Recenti

Un altro anno telefilmico è volto al termine e noi di Disagio Seriale non possiamo farvi mancare la...
Atypical è il nuovo gioiello firmato Netflix (la serie è uscita l'11 Agosto 2017), che ruota...
Per i fratelli Duffer, gli autori di Stranger Things, non era certo un'impresa facile tenere il...
In un periodo in cui prolificano serie TV che ci proiettano in futuri poco edificanti sulla scia...
"Big Little Lies" è una miniserie di sette puntate, creata da David E. Kelley (Ally McBeal), diretta...
Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction