header

Follow Us

header2

Puntata forse un po’ sottotono e di transizione, ma che in realtà pone le basi per gli eventi futuri. E poi, dopo cinque puntate frenetiche in cui è successo di tutto, siamo quasi contente di averne avuta una un po’ più tranquilla.

Accantoniamo subito la parte più statica, quella dedicata a Sam e Gilly, che purtroppo in generale non hanno mai una storyline un granché interessante. In questo caso, però, ci ha permesso di conoscere il padre di Sam, Lord Tarly, che si colloca già in una buona posizione nella classifica dei personaggi più stronzi e odiosi della serie. Ci è dispiaciuto veder umiliati lui e Gilly in quel modo ed ora ci è anche più chiaro il motivo per cui Sam abbia un carattere perennemente remissivo, anche se, arrivati a questo punto, avremmo voluto vederlo reagire e imporsi sul padre in un duro confronto. Ciò non avviene, ma quanto meno alla fine decide di disobbedirgli, andandosene con Gilly e, soprattutto, rubando al padre la spada di Valyria, fra l’altro posseduta inutilmente, visto che in famiglia non credono agli estranei (e quindi speriamo che siano eliminati da loro).

 

Ad Approdo del Re poteva esserci finalmente una gioia con l’eliminazione dell’Alto Passero, ma non ci abbiamo creduto realmente nemmeno per un momento. Infatti lui ed il suo culto sempre più ipocrita ne escono ancor più fortificati con l’appoggio del “Re” Tommen, il personaggio più manovrabile della storia, e della Regina. Per fortuna è chiaro che Margaery non si sia realmente convertita, ma abbia sfruttato la situazione a suo vantaggio per poterne uscire, soltanto che, essendo così manipolatrice, non è detto che poi tradisca effettivamente l’Alto Passero, se questa alleanza le tornerà vantaggiosa. Il nostro odio per l'Alto passero ha raggiunto livelli tali per cui saremmo pronte ad allearci con chiunque lo voglia eliminare, persino Ramsay e questo la dice lunga.

la faccia di Jaime quando vede uscire Tommen dice tutto

Noi ascoltando le parole di Tommen

Cersei è piuttosto tranquilla perché sa di avere la protezione della Montagna e in un discorso talmente autorevole da mettere i brividi ricorda a Jaime che distruggeranno l’Alto Passero una volta per tutte. Dai Cersei, siamo tutti con te.

Una buona notizia per noi #teamOathkeeper: Jaime si recherà effettivamente a Riverrun e quindi incontrerà finalmente Brienne. Inoltre, così, la sua storyline subirà finalmente una svolta interessante, dopo la stasi degli ultimi tempi e probabilmente rivedremo anche Bronn.

 

Una delle scene che ci ha particolarmente entusiasmate è stata quella che ha visto protagonista Arya. La scorsa settimana ci eravamo lamentate della staticità della sua storyline, sperando che tornasse ad essere una Stark e così è stato. Onestamente viene un po’ da chiedersi il perché farle compiere il percorso da No One, per poi risolverla in un nulla di fatto, ma quel che è certo è che lo sguardo della settimana scorsa vedendo la rappresentazione teatrale non le veniva ormai da tempo, così come quello mentre si mette nei panni di Cersei in questa puntata. A conferma di tutto ciò, ritorna sui suoi passi non eliminando l’attrice della compagnia, dopo averci parlato ed essersi resa conto che non lo meritava e, quindi, di non poter uccidere senza una valida ragione personale. E, soprattutto, corre ad impugnare di nuovo Needle - il nostro pensiero è andato subito ad una futura reunion con Jon. Vai Arya, ora usa Needle per infilzare la valletta di Jaquen, che deve morire malissimo.

   

 

L’altra scena fondamentale è stata ancora una volta quella che riguarda Bran. Uncle Benjen è tornato più cazzuto che mai e noi aspettavamo questo momento da quando era scomparso. Rendiamoci conto che gli Stark stanno inanellando più reunion e gioie che mai e questo è decisamente preoccupante. Non sappiamo se pensare ad una svolta finalmente in positivo per loro oppure temere il peggio del peggio da un momento all’altro, che a confronto il Red Wedding non era niente.

Interessantissima la sequenza di visioni iniziale di Bran, che va vista e rivista con tanto di fermo immagine poiché potrebbe contenere svariati indizi: si susseguono l’uccisione di lady Catelyn, Bran che cade dalla finestra, un drago che sorvola Approdo del Re, Daenerys, gli estranei, l’uccisione di Ned, i corvi, l’Altofuoco, il Re folle, una mano di donna insanguinata (probabilmente Lyanna), Ned giovane che chiede di Lyanna, l’uccisione di Robb e ancora gli estranei e il Re Folle. Se volete vedere tutti i fermo immagine cliccate qui. Svariate teorie circolano sul web, tra cui quella che Bran abbia a che fare anche con il “burn them all” del Re Folle e quindi si candidi come causa di quasi tutte le disgrazie accadute nella serie. Sarebbe una scelta interessante per gli appassionati delle implicazioni dei viaggi nel tempo, del resto non equivarrebbe necessariamente a ricondurre a Bran la causa della follia del Re, che poteva benissimo già essere pazzo prima di connettersi alla visione del nuovo Corvo a tre occhi. Bran potrebbe essere esclusivamente la causa del fraintendimento sul “burn them all”.

Scopriamo che Ditocorto non mentiva e rivediamo anche Walder Frey - non che ne sentissimo la mancanza - ed Edmure Tully, il cui attore per Disorder è ormai legato inevitabilmente a Outlander ed ha avuto i brividi solo a rivederlo.

Infine un’altra scena epica per Daenerys, forse un tantino ridondante e si poteva farle pronunciare il discorso dopo la sequenza in cui brucia i Dothraki (anche se salire su Drogon nuda sarebbe stato un tantino scomodo), ma decisamente incoraggiante in quanto sembra che ormai entrerà davvero a far parte dei giochi per il potere. Il discorso della madre dei draghi l'abbiamo molto apprezzato, soprattutto perché a differenza del Khal lei ha scelto tutti loro e anche se non ha ancora uno stralcio di nave ed é troppo convinta di se stessa le vogliamo sempre bene.

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuta la puntata o l’avete trovata troppo di transizione?

VOTO 3 su 5

Disorder & FedeIncas

 

Seguiteci anche sui social per rimanere sempre informati!

Follow Us

 

Per essere sempre informati su Game of Thrones passate dalla nostra pagina amica:

Game of Thrones - ITALIA

 

 


Articoli Recenti

Dopo la poetica "The OA", Netflix osa di nuovo con questa serie sperimentale, scritta da Patrick...
Killing Eve è quella serie che non te lo aspetti, ma hai bisogno di vedere. Così come le...
Quest'oggi Disagio Seriale vuole consigliarvi una comedy, dato che da diverso tempo non ne...
Il 6 Novembre è stato proclamato Stranger Things Day, in occasione della scomparsa di Will Byers,...
Con questo articolo inauguriamo una nuova rubrica, utilissima per l'estate, dal nome "Serial - kit di...
Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction