header

Follow Us

header2

 

In questa sezione verranno pubblicate le recensioni delle serie che seguiamo. Generalmente tratteremo analisi dei pilot/midseason premiere, dei season/midseason finale e tireremo le somme sulle intere stagioni, ma sicuramente ci capiterà di recensire anche particolari episodi che ci colpiranno nel corso di una stagione, vuoi per colpi di scena, twist inaspettati o picchi di epicità/tragicità/mainagioia che non ci sentiremo di lasciar passare inosservati.

 

Lo so, questa serie è piaciuta da morire praticamente a tutti e, prima che partano gli insulti, il mio non è un giudizio sulle persone che l’ hanno gradita. Ne faccio più una questione di presa di coscienza, perché questo show non è nemmeno lontanamente un capolavoro, con tutti i difetti che ha ed i messaggi non propriamente positivi che lancia. Ciò non esclude, comunque, come è successo, che possa piacere tantissimo per svariate ragioni e nonostante i difetti, solo bisognerebbe riconoscerne la mediocrità oggettiva, specialmente quando si è estremamente severi con altre serie tv. Posso farvi l’esempio di un sacco di telefilm che tanto mi hanno presa, ma che nemmeno al terzo cocktail mi sognerei di definire capolavori, né avevano la pretesa di esserlo. E qui un po’ me la prendo con la Casa di carta, invece, che l’ambizione ad essere una serie di qualità ce l’ha, fallendo miseramente.

Leggi tutto: La Casa di Carta - una delle serie tv più sopravvalutate di sempre

Nuova perla che potete trovare giá su Netflix, ancora poco conosciuta al grande pubblico, The Alienist è una delle migliori rivelazioni degli ultimi mesi.

Leggi tutto: Recensione non spoiler di "The Alienist"

Praticamente tutto il web è in festa per la 6x07 di Once Upon a time, una puntata meravigliosa, degna dell’atmosfera che si respirava nella prima stagione. Nonostante io faccia parte dei fan irriducibili della serie ed abbia comunque continuato ad apprezzarla sempre allo stesso modo in questi sei anni, devo collocare “Heartless” un gradino sopra molti episodi delle ultime stagioni. Del resto, è stato sceneggiato da Jane Espenson (“Skin deep”, “Talhassee” tra gli altri), che già di per sé costituisce una garanzia.

Leggi tutto: Recensione 6x07 di Once Upon a Time - "Heartless" aka there's nothing stranger than to love someone

Non sono molte le serie italiane che, secondo noi disagiate seriali, meritano la nostra attenzione, ma sicuramente una di queste è Gomorra-La Serie; ispirata dall'omonimo libro di Roberto Saviano, questo telefilm narra le vicende di alcuni clan della Camorra e la qualità sia tecnica che artistica di questo prodotto è molto elevata: non credo sia un caso, infatti, che sia uno dei pochi prodotti nostrani che vengano trasmessi in tutto il mondo, da quest'anno anche negli Stati Uniti, patria del crime per eccellenza.

Leggi tutto: Recensione Gomorra 2x03-04

La seconda stagione della serie tv che ha più diviso il pubblico lo scorso anno è finalmente disponibile su Netflix e, dopo un compulsivo binge watching, siamo pronte a recensirla per voi. Già l'anno scorso, Disagio Seriale si era pronunciata totalmente a favore di questo prodotto che, pur non essendo un capolavoro (si tratta comunque di una serie tv adolescenziale, anche se atipica e dai toni seri), ritenevamo fosse assolutamente da guardare - anche dagli adulti - per la modalità con cui vengono trattati temi delicati ed assolutamente attuali. Il nostro giudizio a riguardo non cambia, anzi questa stagione, soprattutto nella seconda parte, va ancora più coraggiosamente a fondo nella sua analisi, anche se, purtroppo, abbiamo rilevato non poche forzature per quanto riguarda invece la trama vera e propria, nel suo collegamento con la prima stagione, essendosi ormai staccata dal libro da cui è tratta.

Leggi tutto: Cosa abbiamo apprezzato particolarmente nella seconda stagione di 13 Reasons Why

Ultimamente leggo spesso pareri assolutisti sulle serie tv e non solo; le persone considerano ormai prodotti riusciti solo quelli che si possono catalogare come capolavori dal punto di vista tecnico, mentre il resto non è degno di nota. Può essere una conseguenza della crescita esponenziale del numero di serie tv che vengono prodotte ogni anno e dell’effettivo innalzamento del livello qualitativo, dato che i telefilm sono divenuti sempre più simili a dei lunghi film, ma non mi trovo per niente d’accordo con questo tipo di valutazione. La premessa era necessaria perché sicuramente “13 Reasons Why” non è un capolavoro dal punto di vista tecnico, non ci sono particolari guizzi nella regia (anche se diverse scelte personalmente le ho gradite e ci sono delle scene per me degne di nota dal punto di vista proprio della regia e della fotografia), ma nonostante questo è senza dubbio, a mio parere, già una delle serie dell’anno e mi è entrata nel cuore come nemmeno dei prodotti che reputo capolavori sono riusciti a fare. Questa serie la dovrebbero vedere tutti, serve sia a chi sta soffrendo o ha sofferto, sia a chi ha fatto del male perché ognuno di noi è stato sia la vittima di qualcuno che il carnefice per altri e andrebbe assolutamente proiettata nelle scuole.

Leggi tutto: Recensione 13 Reasons Why, una serie assolutamente da vedere (non importa che non sia un capolavoro)

Articoli Recenti

Per riassumere la poesia che pervade questa serie, non si può che citare il verso della canzone "A...
La prima stagione di The Oa è stata uno dei migliori prodotti che io abbia mai visto, con quel...
  Siamo felici di consigliarvi Kidding, la nuovissima dramedy americana trasmessa a partire dallo...
Il 30 novembre scorso è stata rilasciata la nuova serie italiana Netflix Baby, ispirata allo...
Dopo la poetica "The OA", Netflix osa di nuovo con questa serie sperimentale, scritta da Patrick...
More inGood Omens  The OA  Kidding  Baby  Maniac  
Template Settings

Color

For each color, the params below will give default values
Blue Red Oranges Green Purple Pink

Body

Background Color
Text Color

Header

Background Color

Footer

Select menu
Google Font
Body Font-size
Body Font-family
Direction